GIULIO TURCI 1917-1978. Dipinti e disegni

Quando

Santarcangelo di Romagna, 24 giugno - 2 settembre 2001

Ravenna, 7 luglio – 11 agosto 2001

Dove

Santarcangelo di Romagna, Rocca Malatestiana

Ravenna, Biblioteca Classense

La mostra

Organizzata da: Associazione Sigismondo Malatesta
Curatore: Gabriello Milantoni
Produzione e organizzazione: Anonima Talenti

La Rocca Malatestiana di Santarcangelo di Romagna e la Biblioteca Classense di Ravenna accolgono la ampia retrospettiva di Giulio Turci (Santarcangelo 1917 -1978), il grande artista amato da Fellini perché sapeva, meglio di ogni altro, interpretare la terra e le marine della loro Romagna. A colpire Fellini, erano queste distese di sabbia, solitarie, popolate appena da vecchie barche in disarmo, di inquietanti orologi, di matrimoni improbabili, di grasse bagnanti, di palloni colorati su cieli plumbei, oli che esprimono una sensibilità accesa, sospesa tra sogno metafisico e profonda coscienza del reale, e la percezione, rabbrividente, del mistero. Percorsa in lungo e in largo l`Europa, dedicò all`Africa e all`Asia ripetuti, lunghi viaggi. Da ognuno di questi tornava con memoria di atmosfere, visioni, sensazioni, esperienze forti e dirompenti che, a Santarcangelo, riversava sulla tela, riconducendole ai luoghi di casa, come se luci, profumi, emozioni di terre lontane trovassero sintesi solo nella sua terra.

Fotogallery