GIO PONTI

Quando

Ottobre 2011

Dove

Roma, Villa Torlonia

La mostra

Organizzata da: Comune di Roma
Curatori: Dario Matteoni, Luciano Colantonio
Segreteria organizzativa: Anonima Talenti

 Nella raffinata produzione di ceramiche realizzata a partire dal 1923 da Gio Ponti per la manifattura Richard Ginori le forme non sono mai banali e i decori mostrano scene e figure nelle quali la citazione archeologica, l`eleganza neoclassica, l`ispirazione palladiana è sempre unita alla levità e all`ironia.

Vasi ornamentali, grandi ciste, urne, traggono ispirazione dall`antichità classica: tuttavia il percorso culturale di Ponti offre riferimenti oltre l`antico.

Nell`immaginario dispiegato si manifestano matrici figurative diverse con esiti che rimandano alla metafisica, al Novecento, al futurismo: sfilano donne tornite sospese su architetture classiche, avvolte da sbuffi di nuvole, animali in corsa, clown e pierrot, barche che veleggiano su mari agitati da sinuose onde.

Tutto è ricondotto ad una dimensione di teatralità: ogni oggetto appare come una messa in scena in miniatura che suggerisce una modernità sospesa.

Fotogallery