LO SPAZIO DELLA SAPIENZA. Santa Sofia a Istanbul

Quando

Dal 19 agosto
al 11 novembre 2007

Dove

Rimini, Castel Sismondo

La mostra

Organizzata da: Meeting Rimini
Curatore: Riccardo Piol e Marina Picci
Consulenza organizzativa: Anonima Talenti

Santa Sofia, la basilica imperiale dell`antica Costantinopoli, l`odierna Istanbul, è un monumento unico nel suo genere, sunto di epoche storiche, di vicende di popoli, di culture e di religioni diverse.

L`esposizione, così com`è nella cifra delle affascinanti proposte culturali del Meeting, ricrea, all`interno della suggestiva ambientazione di Castel Sismondo a Rimini, l`atmosfera dell`antico tempio, trasformato in moschea dopo la caduta di Costantinopoli in mano ottomana (1453) e ora in museo nazionale. Ripercorre le complesse vicende storiche della basilica bizantina, "madre di tutte le chiese dell`Oriente cristiano", ne descrive gli straordinari apparati decorativi, specie i grandi frammenti musivi superstiti; ma soprattutto cerca di evocare la straordinaria suggestione che il monumento provoca di colpo anche al visitatore più distratto, tanto grande è la bellezza misteriosa di questo multiforme "spazio della Sapienza", eloquente agli occhi e al cuore seppure muto dei canti e dei suoni dell`antica liturgia bizantina.

A dar voce allo splendore della solenne liturgia, celebrata per secoli dentro la chiesa che vide l`incoronazione degli imperatori romani fino alla caduta dell`Impero d`Oriente, sta una raffinata selezione di magnifici oggetti di culto di fattura costantinopolitana, prodotti nelle celebri officine del palazzo imperiale di Bisanzio, riuniti a Rimini grazie alla collaborazione di molte istituzioni, dai Musei Vaticani al Tesoro della Basilica di San Marco a Venezia; per dare modo al visitatore di ammirare la qualità assoluta di oreficerie, smalti, avori, mosaici e cristalli che le famiglie imperiali succedutesi sul trono d`Oriente commissionarono nei secoli ai più celebri artigiani del tempo.

I volti superstiti dei meravigliosi mosaici che un tempo rivestivano il tempio bizantino, le antiche croci cui si sovrappongono le decorazioni islamiche, l’incredibile profondità degli spazi, rivivono a Rimini grazie ad una campagna fotografica due volte unica: per essere la più recente realizzata e perché frutto del lavoro non di un consueto fotografo d`arte, ma di Franco Pagetti. Abbandonato il glamour della moda nel 1994, Pagetti si è dedicato ai reportages di guerra in Europa, Africa, Asia, Medio Oriente. Documenta, in esclusiva per la rivista Time, la vita quotidiana e l’ordinaria violenza dell’Iraq cui si è dedicato fin dall’inizio del conflitto.
Ed ora Pagetti ha catturato i volti e gli spazi di Santa Sofia, restituendoci l’anima viva dell’antico tempio.

Fotogallery